Il Santo del giorno e la guida completa ai Santi di Oggi, 25 febbraio

I santi principali

San Gerlando di Agrigento

Nome: San Gerlando di Agrigento
Titolo: Vescovo
Nascita: 1030 circa, Besançon, Francia
Morte: 25 febbraio 1100, Agrigento
Ricorrenza: 25 febbraio
Tipologia: Commemorazione
Martirologio Romano: Ad Agrigento, san Gerlando, vescovo, che riordinò la sua Chiesa liberata dal potere dei Saraceni.

Vita del Santo

Qualche studioso lo dice nativo di Besançon, appartenente alla popolazione celtica ‘allobroga’ e parente del gran conte di Sicilia Ruggero I degli Altavilla (†1101), fu uomo di grande carità, erudito nelle sacre discipline.
Nominato da Ruggero primicerio della ‘Schola cantorum’ della chiesa di Mileto (Catanzaro), dopo la riconquista di Agrigento (1086) dall’occupazione araba e il ristabilimento della gerarchia ecclesiastica nell’isola, fu nominato dallo stesso conte, vescovo della città nel 1088 (la bolla di conferma pontificia è del 1098), venendo consacrato a Roma dallo stesso papa Urbano II.
Nel suo viaggio di ritorno, passando per Bagnara in provincia di Reggio Calabria, predisse al priore del locale monastero Drogone che sarebbe stato suo successore.

dopo la riconquista di Agrigento dall’occupazione araba e il ristabilimento della gerarchia ecclesiastica nell’isola, Gerlando fu nominato, dallo stesso conte, vescovo della città nel 1088, consacrato poi a Roma da papa Urbano 11 (la bolla di conferma pontificia è del 1098).

La sua opera di riorganizzazione della comunità cristiana di Agrigento, che dopo l’occupazione musulmana contava pochi cristiani, lo portò in sei anni a costruire l’episcopio e la cattedrale, dedicati alla Madonna e a san Giacomo.

Fortificò il castello di Agrigento (nome assunto dalla città nel 1927, ma che allora si chiamava Girgenti dal nome Gergent datole dagli arabi). Partecipò poi al convegno di Mazara del 1098, in cui il conte Ruggero I e i vescovi della Sicilia giunsero a un accordo per la ripartizione delle decime; sempre a Gerlando è dato il merito di aver battezzato e convertito il signore arabo Charnud, chiamato poi Ruggero Achmet.

Gerlando morì il 25 febbraio 1100, e le sue reliquie subirono varie traslazioni a opera dei vescovi agrigentini nel 1159 e 1264. Tuttora è venerato come patrono della città siciliana

Per approfondimenti leggi la scheda su San Gerlando https://it.wikipedia.org/wiki/Gerlando_di_Agrigento

Altri santi e venerazioni del venticinque febbraio

– San Nestore
Martire
– San Romeo
Carmelitano di Lucca
– Volto Santo di Gesù
Apparizione
– San Turibio Romo Gonzalez
Sacerdote e martire
– Beato Domenico Lentini
Presbitero
– San Cesario di Nazianzo
Medico
– Santa Valburga
Badessa di Heidenheim
– Santi Luigi Versiglia e Callisto Caravario
Sacerdote e martire
– Beato Sebastiano di Aparicio
Francescano
– Sant’ Aldetrude
Badessa
– Beato Avertano di Lucca
Religioso
– San Lorenzo Bai Xiaoman
Martire
– Beata Maria Adeodata Pisani
Badessa
– Beata Maria Ludovica (Antonina) De Angelis
Missionaria
– Beato Roberto d’Arbrissel
Sacerdote